LE GIOIE SEMPLICI SONO LE PIÙ BELLE!

Vicenza, 12 agosto 2016

Carissime amiche e amici, un nuovo aggiornamento dopo 10 giorni di ricovero. Per ora tutto sta andando secondo protocollo. Le terapie le sto affrontando con grinta e serenità. Ho finito le chemio domenica scorsa e da mercoledì ho ripreso a fare arsenico. Nei giorni scorsi ho avuto qualche problema di coagulazione che si sta risolvendo da solo, per fortuna! Le piastrine ballano, ma con le trasfusioni le teniamo a bada. L’ho detto già tantissime volte, ma non mi stancherò mai di ripeterlo: GRAZIE a chi dona!!! Qui, in ematologia, tutti i giorni noi pazienti abbiamo costante bisogno di trasfusioni di sangue, piastrine, plasma e se non ci fossero quotidianamente quelle sacche magiche ricche d’Amore che ci riportano a galla, che ci fanno stare meglio, che ci danno speranza, che ci permettono di lottare, sarebbe tutto molto più difficile. Ieri anche mio fratello Fabio ha ultimato gli esami per l’espianto del midollo che, incrociamo le dita, potrebbe darmi una speranza in più di guarire definitivamente. Chi ci conosce, sa perfettamente quanto siamo legati Fabio ed io. È un rapporto straordinariamente intenso che è sempre stato fondamentale per me fin dalla culla! Potrebbe risultare scontato, perciò, che lui si sia messo a totale disposizione mia e dei medici visto il nostro legame, ma io non riesco a non vederlo come un’ ulteriore testimonianza d’Amore. Ed è per questo che ritengo lui e tutti i donatori persone speciali, eroi del quotidiano! 

Le mie giornate, qui in ospedale, sono senz’altro lunghe, ma sono riuscito a darmi un ritmo. Leggo molto, scrivo, consumo il corridoio con le mie splendide pantofole bianconere, mi faccio delle pere di iPad notevoli e guardo le olimpiadi. In stanza siamo in 4. Sono tutte persone molto perbene con cui si è creato un clima di viva cordialità. Ho conosciuto anche Chiara che nei prossimi giorni si dovrà sottoporre al trapianto e che oggi compie gli anni: “Cara Chiara ti auguro che questo sia il compleanno della tua completa rinascita!”. Come scrivevo nello scorso aggiornamento, qui mi sento come in famiglia. Si respira un’umanità incredibile! Volontari, operatori, infermieri e medici sono sempre a disposizione: non manca mai un sorriso, una parola di conforto, una battuta per spronarti e questo aiuta tantissimo. Ogni giorno le infermiere del DH vengono giù a salutarmi e a portarmi un regalino (grazie Elisa❤️) e mi sento in costante debito con loro. Questa è una comunità artificiale (rubo il termine al mio carissimo amico Paolo Morandi!) nella quale nessuno è felice di abitare, ma che dà insegnamenti preziosissimi. Il tempo dell’ospedale non è il tempo della vita. Non dico assolutamente sia più sano, ma sicuramente non ti schiaccia e ti costringe a fermarti. A riflettere. A meditare. A ragionare. E tutto questo aiuta. Davanti alla malattia ti spogli di tutto, soprattutto del superfluo, e ti prepari ad indossare abiti nuovi che, giorno dopo giorno, devi adattare al meglio. Credo che molte persone che hanno vissuto l’esperienza di un ricovero possano capire cosa intendo. 
Non vedo l’ora di tornare a casa, ma per fare cosa? Penso alle cose più semplici, che sono quelle che mi mancano di più! Una passeggiata nella natura, cucinare qualche manicaretto per mia moglie, dormire nel mio letto, sentire le fusa di Poulenc e della Blue, godere di una bella giornata con gli amici…non date per scontato nulla e godete appieno del “qui e ora”! Non rimandate la felicità ad un domani potenzialmente migliore, ma createla nel quotidiano prendendovi cura di voi stessi, facendo cose che vi fanno stare bene, assaporando la bellezza della Vita anche nel canto di un uccellino o nella fioritura di un bel fiore: le gioie semplici sono le più belle!!! 
Non mi rimane che ringraziarvi per il vostro affetto davvero straordinario. Sto ricevendo tantissimi messaggi che si trasformano in energia pura per me. Io, come vedete dalla foto, non mollo ed oggi indosso la maglietta con un messaggio che i colleghi Consiglieri Comunali hanno voluto mandarmi quando è iniziata la mia battaglia: VINCERE!

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

1 Commento

  1. Monica Dall'Oste

     /  agosto 17, 2016

    Impossibile non scriverti qualcosa di “banale”, ma altrettanto impossibile non scriverti nulla !! Sei veramente un grandissimo guerriero, il tuo amore per la vita trapela da ogni tua parola ed è veramente contagioso. In bocca al lupo per la tua battaglia, hai una folta schiera di sostenitori anche tra chi non ti conosce personalmente !

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: