Ciao Maurizio!…

11709686_10207227955642620_5721294490408844360_n

Vicenza, 9 luglio 2015

Carissimi tutti

sono tornato a casa questa mattina. L’udito è tornato come prima e avverto qualche lieve miglioramento anche alla vista. In questi ultimi giorni ho avuto anche la pressione alta, ma sono certo che si rimetterà a posto. Sto perdendo nuovamente tutti i capelli, barba e baffi e peluria varia (come vedete nella foto in cui indosso la maglia con la stampa del mitico Ale Giorgini!!!). Ma tutto ricrescerà più rigoglioso di prima!

Il foglio di dimissioni è incoraggiante: le cose stanno procedendo bene. Adesso mi godrò una otto/dieci giorni a casa e poi rientrerò per il terzo ciclo di consolidamento. C’è stato un malinteso con i medici in quanto, ad un certo punto, era venuto fuori che il prossimo ciclo lo facessi in day hospital ed, invece, sarà ancora in degenza. Poco importa, è il risultato finale che conta!
Dovranno sopportarmi ancora in reparto Emoticon smile

Durante questa degenza – 21 giorni complessivi – ho consolidato ulteriormente i meravigliosi rapporti di amicizia creatisi con i medici, con gli infermieri e con tutti gli assistenti, gli operatori e i volontari che non smetterò mai di ringraziare per l’umanità e la professionalità che quotidianamente mettono nel loro lavoro. È stata una degenza che mi ha permesso di fare nuove importanti amicizie con Davide, Matteo e Daniel che ringrazio molto per la compagnia e l’affetto che mi hanno sempre dimostrato. Il nome di Daniel, a differenza degli altri, vi è nuovo perché nei post precedenti non l’avevo mai menzionato. Daniel è un simpaticissimo signore ungherese con cui ho condiviso la stanza negli ultimi giorni. Mi ha fatto molto piacere stare con lui perché mi ha dato tanti spunti interessanti di riflessione e altrettanti consigli utili da mettere in pratica per curare corpo e menti. Inoltre mi ha suggerito film e letture molto stimolanti che incontreranno certamente la mia attenzione nei prossimi giorni. Vi voglio citare un film che vale assolutamente la pena guardiate. Lo trovate anche su YouTube (diviso in due parti) e si intitola “peaceful warrior – la forza del campione”. Guardatelo!!!! È stata una degenza anche molto dolorosa in quanto il mio compagno di stanza Maurizio lunedì notte è mancato. Non mi dilungo molto nel raccontarvi il mio stato d’animo. Tanti pensieri hanno abitato la mia mente il giorno successivo. Auguro a Maurizio di essere nella pace, dopo le tribolazioni dell’ultimo periodo, e lo ringrazio per il tempo passato assieme. Mi preme, però, fare una sottolineatura. Maurizio è morto, quasi improvvisamente, nel cuore della notte assistito dal medico e dal personale infermieristico. Al mattino presto mi è stata data la notizia da una infermiera (Alessandra) ed ho chiesto di poterlo vedere un’ultima volta. Nel percorrere il corridoio nella stanza – dove era stato composto il corpo di Maurizio – ho visto il volto dei medici e degli infermieri assai provato per il decesso. Molti di loro si sono soffermati per condividere quel momento di ovvia tristezza e per incoraggiarmi ad andare avanti con ancora più forza proprio anche per lui. Non ho pertanto visto nessuno fregarsene o dire frasi del tipo: “abbiamo un letto in più”. Questo mi preme scriverlo per farvi capire quanta umanità ci sia in quel reparto e per testimoniare che tanti medici e altrettanti infermieri hanno un cuore immenso e soffrono tanto quanto soffriamo noi quando qualcuno muore (certo non è così in tutti reparti e in tutti gli ospedali, ne sono ben consapevole).
Stefano, invece, con cui ho condiviso la stanza nella prima parte del mio primo ricovero ha finalmente fatto il trapianto di midollo ed ha risposto bene. Purtroppo negli ultimi giorni è a letto molto provato, per una infezione che gli ha provocato febbre alta e dolori alle gambe. Stefano è una persona che stimo e ammiro molto per come sta affrontando il suo percorso: gli auguro di uscire presto dall’ospedale per potersi godere, finalmente, la sua famiglia, i suoi figli e sua moglie Sabrina, persona altrettanto stupenda: Forza Stefano!
A Matteo, invece, hanno comunicato l’esito della biopsia. A lui va il mio enorme bocca al lupo per le terapie che dovrà affrontare. È un ragazzo molto sensibile e determinato. Sono sicuro che ce la farà: Forza Matteo, io sono con te!!
Come vedete la malattia è anche occasione per crede legami importanti che aiutano a non sentirsi soli e questi legami resteranno del tempo!

Nei giorni scorsi avevo pubblicato un post nel quale riportavo l’appello del mio caro amico Davide che sta cercando un donatore di midollo compatibile. Oltre a ringraziare tutte le persone che hanno condiviso il post, quelle che lo condivideranno e quelle che andranno a fare il prelievo del sangue per diventare potenziali donatori di midollo, ringrazio molto Sabrina Valdemarca che mi ha dato delle preziose indicazioni sulle donazioni che vi riporterò nel post successivo.

Ora starò a casa 8/10 con mia moglie, straordinaria in ogni momento, e coi nostri gatti per recuperare energie fisiche e mentali. La malattia mette a dura prova il fisico e anche la mente.
La degenza in ospedale è stressante e non giova nè all’una nell’altro. Fortunatamente in quel reparto ci sono degli angeli e tutto diventa meno complicato. Quanta umanità si respira in certi ambienti e quanta solidarietà! Solidarietà che voglio esprimere, cambiando per un attimo argomento, a tutte le persone che ieri sono state vittime di quella terribile tromba d’aria che ha devastato paesi e che ha, purtroppo, causato la morte di una persona. Che immagini tristi. Devo, però, dire con sincerità che non mi è piaciuto per nulla il video che sta girando in maniera virale del padre con la figlia. A parte tutte le imprecazioni, che sarebbe stato meglio censurare, mi chiedo quanto imprudente sia stato quel padre nel mettere a repentaglio la vita della figlia e la sua per fare un filmato e per sentirsi un Superman….mah…sono rimasto basito e sconcertato difronte a tanta leggerezza…

Vorrei aprire tanti altri capitoli, ma lo farò prossimamente. Chiudo come sempre con un ringraziamento commosso a voi che con grande affetto e tenacia continuate a scrivermi e a farmi sentire forte e salda la vostra amicizia: è per me un regalo enorme!!!

Vi abbraccio forte!!!

Vostro,

Sandro

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: