A tre mesi dal primo ricovero…

11742837_10207267943442290_8646000455765895789_n

Vicenza, 15 luglio 2015

Buon pomeriggio a tutte e a tutti!

Sono a casa da una settimana ormai. Finora è andato tutto bene. Sto perdendo tutti capelli e i peli che ho nel corpo e quindi mi riscopro ogni giorno un po’ diverso. A volte mi guardo allo specchio e sorrido (altre meno!)…ma se penso che tre mesi fa ero attaccato alla vita per un filo, tutto questo passa in secondo piano (ho scelto questa foto per rendere l’idea).

Alla mattina riesco a fare delle passeggiate (prima che arrivi il caldo torrido) di una ventina di minuti circa. Passeggio per il mio quartiere. Ah! Se qualcuno di voi dovesse vedere aggirarsi per il quartiere San Bortolo un tizio mascherato con gli occhiali da sole, magro, pallido e senza capelli stia tranquillo: trattasi non di serial killer, ma del sottoscritto : -)
Durante la passeggiata mi piace tanto sentire il frinire delle cicale. È un canto che a me rallegra moltissimo e che in città non si sentiva da tempo. A voi piace?

Nell’arco della giornata cerco di fare alcune cosette per rendermi utile in casa e per riappropriarmi pian piano di una sana quotidianità.
Come scrivevo qualche riga sopra, anche se al mattino non fa ancora caldissimo, durante le passeggiate un pochino sudo. Questo fa letteralmente scollare il cerotto che copre il mio groshong (il catetere venoso centrale che mi hanno inserito nella vena succlavia sinistra per prelievi ed infusioni) e quindi sono costretto a farmelo rimettere. È una operazione semplice, ma va fatta con criterio ed in campo sterile in modo tale che non si creino infezioni. Ieri sono andato a farmelo sostituire dall’infermiera che lavora presso lo studio del mio medico di base. Si chiama Paola ed è sempre gentilissima e molto brava (tornerò venerdì mattina da lei per la medicazione) Stamattina, ahimè, si è riscollato nuovamente (colpa mia!) il cerotto dopo la passeggiata. Siccome Paola era impegnata, ho chiamato in ematologia e sono andato a farmi cambiare il cerotto lì. Ho così potuto così vedere la sezione “day hospital” del reparto (terzo piano) e conoscere la caposala Anna Bressan, persona gentilissima e davvero molto premurosa. Ho incontrato Matteo, il ragazzo di cui vi avevo parlato nei precedenti post, che ha iniziato oggi le cure: FORZA MATTEO METTICELA TUTTA!!!!
Uscendo ho anche incontrato la signora Daniela, una forza della natura, con cui scambiavo qualche chiacchiera durante la mi ultima degenza che mi ha detto che sta procedendo tutto benino. Mi ha insegnato a fare la pastella per i fritti in modo eccezionale.

In questi giorni, verso le 15.45, viene mio padre a farmi visita. Chiacchieriamo un tre quarti d’ora e poi lui torna a casa a lavorare. Io ne approfitto per fare meditazione. La meditazione consiste sia nel pregare sia nell’ascoltare determinate frequenze energetiche (ad esempio la 528 Hz) che aiutano molto la nostra mente ed il nostro organismo a rafforzarsi. Per quel che riguarda la preghiera cerco di essere fedele quotidianamente con la piena consapevolezza che sia una parte assai importante della mia vita. In questo periodo mi sto concentrando su questa frase: “È la Fede a fare miracoli e non i miracoli a fare la Fede”. Frase che può sembrare banale – magari lo è – ma che, con un accurato discernimento a, a mio parere, traccia un solco molto importante sul nostro modo di credere. Alla sera è un bel momento perché torna Betta e riusciamo a stare un po’ assieme, prima che io crolli tra le braccia di Morfeo. Dopo cena, infatti, riesco a guardare un po’ di TV, ma verso le 21.30 sono già nel mondo dei sogni. I miei gatti (Poulenc e Blue) stanno bene ed il loro affetto è una grande medicina. L’amore che riescono a dare gli animali è unico ed incondizionato davvero!
Non so ancora quando mi richiameranno per l’ultimo ciclo di terapie (è comunque previsto tra venerdì e lunedì). Da una parte ho tantissima voglia di restare a casa il più possibile, dall’altra ho anche voglia di rientrare in ospedale per concludere i cicli di terapie.
Sto mangiando di gusto in questi giorni e soprattutto mi sto ricaricando. Il mio amico Daniel, con cui ho condiviso la stanza negli ultimo giorno dello scorso ricovero, mi ha dato dei prodotti molto buoni e dei consigli altrettanto saggi per riprendere forza prima di tornare in ospedale.

Notizie di Stefano e Davide: Ho sentito la moglie di Stefano, Sabrina, che mi ha detto che è tornato a casa lunedì. Adesso potrà finalmente godersi la quiete domestica per riprendersi alla grande dopo una degenza davvero tosta! Gli auguro una ripresa veloce e una guarigione completa! FORZA STEFANO!!!! Davide sta benino, deve sempre tenersi controllato e continua la sua battaglia con grande grinta e forza! È sempre alla ricerca di una persona che abbia compatibilità midollare con la sua (a tal proposito ringrazio il mio amico Dario per il bellissimo messaggio che mi ha lasciato in bacheca e che vi invito a leggere). Sempre FORZA BISTE!!!!

All’inizio scrivevo che sono passati tre mesi dal primo ricovero. Se torno indietro con la mente mi sembra passato molto più tempo. Quante esperienze accumulate, quanta consapevolezza. Ma anche quante paure e quante preoccupazioni difficili da gestire. Per questo non penso tanto al futuro (anche se ho molti progetti in cantiere che ho voglia di realizzare!), ma guardo soprattutto al presente cercando di godermi ogni attimo che la vita mi regala. E giorno dopo giorno vado avanti con dei grandi desideri. Ve ne dico due, gli altri me li tengo per me, per scaramanzia Emoticon smile Uno è quello di tornare al lavoro presto (oggi in Teatro hanno presentato il cartellone delle prossime stagioni di Musica, Prosa e Danza). L’altro è di poter abbracciare nuovamente tutti i miei amici e, per la prima volta, tutte quelle persone che non ho ancora fisicamente conosciuto, ma che con costanza mi hanno fatto e mi fanno sentire il loro affetto e la loro presenza quotidianamente, doni per me straordinari!!!

Vi saluto e vi auguro una buona serata.

Vostro,

Sandro

Annunci
Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: